Il palazzo Howard Quinn passa a Google

s.francisco 6La baia di San Francisco sembra essere la protagonista assoluta negli scambi commerciali immobiliari.

Sebbene il mercato immobiliare da qualche anno non goda  di luce particolarmente brillante, nel distretto di San Francisco ed in tutta la baia sembra  godere di una microeconomia immobiliare decisamente in ascesa.

Il mercato s.francisco 2immobiliare della contea di Santa Clara, da San Josè a San Francisco è incentivato dal presidio di tutti quei marchi che hanno reso l’Hi-Tech una realtà fruibile dalla massa.

Lo Stanford Research Park polo tecnologico dell’università, sede di studio per giovani provenienti da tutto il mondo dagli anni cinquanta è da sempre un indotto di forte influenza sull’andamento del mercato immobiliare nella baia sia per la locazione sia per la vendita, qui il trend in salita del mercato immobiliare ha subito poche ed irrilevanti battute d’arresto dal concepimento dei semi conduttori e dei microchip.

La zona che negli anni si è guadagnata la fama simbolica di patria delle aziende elettroniche operanti sia nell’hardware sia nel software, sta subendo l’accaparramento immobiliare ad opera dei grandi marchi tecnologici.s.francisco 3

Nella baia in questi giorni sembrerebbe essersi concluso un altro importante contratto immobiliare la cessione in leasing della sede di Howard Quinn casa editrice storica nella città di San Francisco apri nel 1961: ad insediarsi nei 3.251 metri quadrati del palazzo in Alabama Street saranno i dipendenti del più grande motore di ricerca on line Google.

Google già presente nella baia con i suoi uffici necessiterebbe di nuovi locali dove ospitare i suoi nuovi collaborati, si vocifera che abbia aumentato le sue fila di impiegati aggiungendo circa un paio di centinaia di ingegneri ed analisti.

Segui gli articoli di globoCASE su Twitter

Testo liberamente riproducibile a condizione di citare la fonte blog.globocase.com

Per rimanere aggiornato su curiosità e news immobiliari: facebook, twitter, google plus

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>