Immobili: integrazione all’ APE

attestato prestazione nergeticaCome decretato dalle linee guida nazionali per la prestazione energetica e già citato fondamentale ai fini della transazione immobiliare è vincolante la compilazione dell’A.P.E. senza la quale risulta incompleta o inefficacie la realizzazione della compravendita.

La clausola primaria dell’A.P.E. per la riqualificazione il controllo energetico e lo sviluppo immobiliare ed obbligatoria, fa eccezione per alcuni immobili.

E’ chiarito che la sua applicabilità sia legata al solo utilizzo di edifici o immobili disponibili all’uso della persona, per meglio dire immobili o  fabbricati che vengano utilizzati ad uso abitativo, oppure occupati quotidianamente o stagionalmente per lo svolgimento di mansioni lavorative come gli uffici o abitative, insomma si è interpretato che l’Attestato di Prestazione, Energetica necessita nelle ubicazioni dove sia importante offrire temperature agevoli e miti in ogni stagione, ai fruitori nel rispetto e nel controllo dei consumi. A seguito riportiamo l’elenco di alcuni degli immobili che secondo le linee guida nazionali per la certificazione energetica possono essere traslati senza obbligo  dell’allegato ape relegato e citato sul contratto di compravendita.

Non hanno obbligo di certificazione energetica alla compravendita:
i fabbricati industriali riscaldati dalle emissioni del processo produttivo, i fabbricati agricoli classificati per un utilizzo diverso da quello residenziale, box, cantine, legnaie, stalle, locali contatore, centrali termiche,portici. Autorimesse, depositi, parcheggi, e le strutture stagionali a copertura degli impianti sportivi, qualora in queste strutture fossero presenti uffici per la sola parte riguardante degli uffici sarà obbligatorio avere la certificazione ape aggiornata e corretta i ruderi, i fabbricati o i palazzi che abbiano soltanto lo scheletro strutturale, fabricati inagibili inutilizzabili o dismessi, se segnalati come tali nell’atto notarile.

Fonte: notariato.it

Segui gli articoli di globoCASE su Twitter

Testo liberamente riproducibile a condizione di citare la fonte blog.globocase.com

Per rimanere aggiornato su curiosità e news immobiliari: facebook, twitter, google plus

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>