Addio Seconda Rata IMU sulla casa. Benvenuta accise Benzina!

casaImu, ancora un rinvio per l’abolizione della seconda rata. Dovremo aspettare ancora qualche giorno per dire finalmente “ADDIO IMU PRIMA CASA”.

Tutto è rinviato alla prossima settimana.

Infatti, il consiglio dei ministri odierno ha di fatto rinviato ogni decisione a martedì prossimo, 26 novembre 2013, dove finalmente dovrebbe, il condizionale è d’obbigo, essere ratificato l’addio all’IMU.

Il motivo di tutto questo ritardo per il mancato addio? Mancano le risorse economiche. Servono 2 miliardi e 900 milioni di euro e ne mancano all’appello ancora 900 milioni!

Esenzione valda solo per abitazioni non di lusso!

400 milioni relativi alle esenzione sui terreni agricoli e case rurali e 500 milioni per le casse comunali a seguito delle rivalutazioni delle aliquote del 2013 rispetto a quelle del 2012 su cui erano stati eseguiti i precedenti calcoli previsionali.

Formalmente, il rinvio odierno c’è stato, perchè il decreto legge sulla cancellazione dell’IMU e quello sulla rivalutazione delle quote di Bankitalia, che attende l’ok da parte della Bce, sono in qualche modo legati fra loro. © Riproduzione consentita a condizione  di citare la fonte.

I 900 mila euro o parte di essi, da indiscrezioni, giungeranno probabilmente da un incremento sulle accise del carburante.

Alcune modifiche del DL IMU riguarderanno anche gli immobili pubblici sia per quanto riguarda la dismissione che per il recupero degli stessi.

© Riproduzione consentita a condizione  di citare la fonte.

Segui gli articoli di globoCASE su Twitter

Testo liberamente riproducibile a condizione di citare la fonte blog.globocase.com

Per rimanere aggiornato su curiosità e news immobiliari: facebook, twitter, google plus

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>