Villa economicamente autosufficiente.

Villa Kogelhof

Jeroen Musch

La casa autarchica è un immobile economicamente autosufficiente. Villa Kogelhof, Kamperland – Olanda, si ispira proprio a questa filosofia realizzativa.

Quella che presentiamo oggi è una casa moderna costituita su due strati: un piano (volume) interratato e l’altro piano fuori terra sospeso nell’aria, tramite una struttura in acciaio a V.

Il volume fuori terra affaccia verso l’esterno grazie a superfici vetrate perimetrali poste su tutto l’edificio tali da offrire una veduta  a 360° a dir poco entusiasmante.

L’immobile sorge in un’area protetta naturalistica.

Molti i vincoli imposti dal governo a tutela dell’area per poter erigere l’immobile in questione e forte ne è il risultato nel contrasto tra modernità dell’edificio e ambiente circostante. Immobile raggiungibile in auto dopo un percorso all’interno dell’oasi naturalistica di una decina di minuti, posizionato in prossimità di un laghetto artificiale realizzato rimuovendo circa 70.000 mc di terreno.

Villa Kogelhof accesso garage

Jeroen Musch

Il piano interrato è adibito a parcheggio per più automobili, deposito e zona lavoro.

Il piano fuori terra rialzato è come detto totalmente a giorno, suddiviso in volumi atti a contenere il salotto, la zona pranzo, le zone notte oltre  ai servizi.

salotto Villa Kogelhof

Jeroen Musch

In totale l’edificio si sviluppa su 2.400 m³ per 715 mq.

L’autosufficienza  energetica è stata raggiunta grazie a varie tecniche e tecnologie poste in opera. Importantissimo il contributo dato dalla vetrata isolante esterna abbinata ad una pellicola di tessuto riflettente rimovibile che insieme realizzano una camera d’aria dove l’aria stessa viene estratta grazie ad un sistema centralizzato di ventilazione. La casa viene riscaldata con impianto a pompa d’aria, mentre l’acqua calda viene prodotta da stufe a pellet a biomassa legnosa. L’energia elettrica è attualemnte prodotta dalle celle fotovoltaiche poste sulla copertura del volume fuori terra, mentre è prevista la realizzazione di un mulino a vento per cuccessive necessità energetiche.

Villa Kogelhof vista notturna

Jeroen Musch

Villa Kogelhof ha visto la sua nascita sulla carta nel lontano 2006. Nè è iniziata la costruzione tre anni dopo, per essere terminata nel 2013.

Importati i premi vinti dal progettista Paul de Ruiter e dal suo team costitito da Willem Jan Landman, Noud Paes, Marieke Sijm e Willeke Smit, tra cui il Dutch ARC13 Architecture Award, FIABCI Prix d’ Excellence Award nella categoria Sviluppo sostenibile residenziale.

Segui gli articoli di globoCASE su Twitter

Testo liberamente riproducibile a condizione di citare la fonte blog.globocase.com

Per rimanere aggiornato su curiosità e news immobiliari: facebook, twitter, google plus

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>