Affitti: assegnazione case a canone agevolato

Nella regione Lombardia gli alloggi di residenza pubblica sono assegnati secondo la regolamentazione regionale del 10 febbraio 2004, n°1. complesso edileLa designazione delle unità immobiliari per l’edilizia residenziale pubblica (E.R.P.) disposte a canone locativo sociale e canone locativo moderato, avviene attraverso una graduatoria stabilita dal bando pubblico con aggiornamenti semestrali.

L’accettazione della domanda di partecipazione al bando pubblico necessita delle idoneità  specifiche indicate nella legge regionale del 2004, le caratteristiche distintive danno accesso alla graduatoria delle unità residenziali di edilizia pubblica che viene aggiornata nelle due sessioni annue, la prossima sessione di bando per l’anno 20013 si concluderà il 20 Dicembre.

La procedura d’assegnazione degli immobili è legata a più tipologie contrattuali le forme più tipiche sono Il Canone Sociale ed Il Canone Moderato.

Le unità abitative destinate al contratto di Canone Sociale sono disponibili all’uso di nuclei famigliari disagiati economicamente; detta tipologia locativa calcola il canone d’affitto sul reddito complessivo del nucleo famigliare.

Le abitazioni indicate per la forma contrattuale di Canone Moderato sono fruibili dai nuclei famigliari che pur avendo un reddito, non idoneo risultano poter sostenere i costi di un canone locativo indicizzato ai valori di mercato.

Ha preso forma una nuova tipologia contrattuale nella regione Lombarda: il Canone Locativo Concordato. Il nuovo contratto locativo è stato inserito all’interno del progetto: Piano Operativo Regionale, il programma ha concesso finanziamenti indirizzati al realizzo di unità immobiliari ad uso di locazione per Canone Concordato, il piano ovviamente definisce anche la metodologia di assegnazione per questi immobili.

La richiesta indica come necessarie le seguenti idoneità, che devono risultare valide al momento della domanda come al momento dell’assegnazione: nuclei famigliari fragili economicamente con difficoltà abitative, nuclei famigliari in esecuzione di fratto, nuclei famigliari aventi un componente diversamente abile con invalidità al 100%, giovani famiglie che non percepiscono reddito adeguato per il canone a valore di mercato.

Segui gli articoli di globoCASE su Twitter

Testo liberamente riproducibile a condizione di citare la fonte blog.globocase.com

Per rimanere aggiornato su curiosità e news immobiliari: facebook, twitter, google plus

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>